Portale della Comunità Montana Appennino Modena Est
Istituto per i beni artistici, culturali, ambientali - Regione Emilia-Romagna
 
Torna alla home degli Ecomusei
Parco faunistico di Festà
Home > Castelli e borghi
 
Itinerari
Itinerario A
SISTEMA DEL CASTAGNO
Itinerario B
SISTEMA DELL'ARTE E DELLA
DEVOZIONE DAL ROMANICO AL 700
Itinerario C
CASTELLI E BORGHI
1
Marano Vecchio
2
Castello di Guiglia e torre del Pubblico e Oratorio della Madonnina
3
Monteorsello (Guiglia)
4
Samone (Guiglia)
5
Castellino delle Formiche (Guiglia)
6
Montalbano (Zocca)
7
Borgo di Montecorone (Zocca)
8
Zocchetta Vecchia
9
Centro storico di Montombraro e Casa Erbolani (Zocca)
10
Castello di Montetortore (Zocca)
11
Torre Rangoni di Rosola (Zocca)
12
Montequestiolo (Zocca)
13
Borgo storico di San Giacomo (Montese)
14
Nucleo storico di San Martino (Montese)
15
Rocca di Montese, museo storico, cisterna e sentiero delle postazioni
Itinerario D
VILLE CORTI E TORRI COLOMBAIE
Itinerario E
SISTEMA DELLA NATURA E DELL'ACQUA
CONSULTA LA MAPPA

Link
Sentieri
IBC
La città del Castagno
La Strada dei Vini e dei Sapori
Linea Gotica
PromAppennino
Sistema Museale Modenese

Mappa
Dove acquistare la mappa dettagliata degli itinerari

Itinerario C
8 Zocchetta Vecchia
Zocca

L'ecclesia de Zuculo, dipendente dalla Pieve di Trebbio, è nominata nel 1291 e nel 1292, nelle Rationes. La chiesa primitiva però dovette in seguito andare distrutta, tanto che gli abitanti dovettero servirsi della Parrocchiale di Montecorone, distante circa due miglia.

Zocchetta Vecchia costituisce la parte più antica dell'insediamento di Zocchetta e conserva tuttora alcuni edifici cinquecenteschi interessanti.Di notevole interesse è una casa torre con frontale a capanna con grazioso cornicione di colombaia e soffittino di gronda in arenaria.

L'architrave in pietra della finestra è impreziosito da una decorazione scolpita raffigurante il sole con i raggi. Notevole è anche il portale di tale facciata, ora ridotto a finestra, con inciso il ferro di cavallo, simbolo del maniscalco e datato 1520.

Un'altra costruzione, di notevoli dimensioni, conserva una corte interna alla quale si accede tramite un arco di pietra e mattoni e alcuni resti di una torre colombaia, la cui sommità è stata recentemente demolita per abbassarla al livello del tetto. Secondo la tradizione questo edificio fu per lungo tempo una filanda. All'interno della casa rimane un pregevole portale cinquecentesco con architrave decorata a rilievo di forma circolare che si rifà a un motivo floreale.

Da ricordare è anche un'altra casa torre timpanata con raffinate finestre, una delle quali è decorata minuziosamente nell'architrave e nel davanzale.

A fianco dell'edificio è visibile un'edicola seicentesca con arco a tutto sesto.

Visualizza la foto



E-mail Credits