Portale della Comunità Montana Appennino Modena Est
Istituto per i beni artistici, culturali, ambientali - Regione Emilia-Romagna
 
Torna alla home degli Ecomusei
Parco faunistico di Festà
Home > Ville, corti e torri colombaie
 
Itinerari
Itinerario A
SISTEMA DEL CASTAGNO
Itinerario B
SISTEMA DELL'ARTE E DELLA
DEVOZIONE DAL ROMANICO AL 700
Itinerario C
CASTELLI E BORGHI
Itinerario D
VILLE CORTI E TORRI COLOMBAIE
1
Il Colombarone (Marano)
2
Casa Blu, Ospitaletto (Marano)
3
Borgo di Festà e Casa Rastelli (Marano)
4
La Salata, Festà (Marano)
5
Casa natale di Jacopo Cantelli, Monteorsello (Guiglia)
6
Casa Baraccani (Guiglia)
7
Il Monte, Roccamalatina
8
Fanano (Guiglia)
9
La Grilla, Roccamalatina
10
Il Castellaro, Roccamalatina
11
La Vignola, Roccamalatina (Guiglia)
12
I Fontanini di Sotto, Montombraro (Zocca)
13
Cavola, Montalbano (Zocca)
14
L'Usignolo, Montetortore (Zocca)
15
Dragodena, Montetortore (Zocca)
16
La Casazza, Montalto (Montese)
17
Il Palazzo, Casa del Duca, Semelano (Montese)
Itinerario E
SISTEMA DELLA NATURA E DELL'ACQUA
CONSULTA LA MAPPA

Link
Sentieri
IBC
La città del Castagno
La Strada dei Vini e dei Sapori
Linea Gotica
PromAppennino
Sistema Museale Modenese

Mappa
Dove acquistare la mappa dettagliata degli itinerari

Itinerario D
6 Casa Baraccani
Guiglia

Il complesso edificato, disposto a corte chiusa, si articola in vari corpi eretti attorno ad una porzione cinquecentesca costituita da una torre e da un edificio rurale con balco e portale in cotto a sesto ribassato collegati da un voltone, che costituiva probabilmente l'ingresso principale e sul cui intonaco è incisa la data 1664. Sulla copertura della torre si trova un campaniletto a vela con apertura bifora a due campane e una cuspide in arenaria terminante a sfera con sovrastante croce e banderuola con l'iniziale "B". Sul lato opposto della torre è addossata la casa padronale sette-ottocentesca che presenta un portale in laterizio, con arco a tutto sesto e chiave di volta, sul quale trova collocazione una lapide marmorea datata 1855 posta in occasione dell'epidemia colerica che colpì la zona.

Di notevole interesse tipologico è un corpo laterale dell'edificio caratterizzato da doppio loggiato a sei archi ribassati aperto al primo piano e tamponato al piano terra. Su di un lato della corte si eleva una torre rondonaia di modesta altezza. Completa il nucleo un oratorio dedicato alla S. Croce posto a delimitare la corte a cui si accede dal porticato di ingresso al complesso.

Visualizza la foto



E-mail Credits