Cerca nel sito 
       
Scrivici

trasparenttrasparentPresentazione
trasparentpiumenotrasparentL'ambiente
trasparentpiumenotrasparentPaesi e borgate
trasparentpiumenotrasparentLa storia e la gente
trasparentpiumenotrasparentMontagne di sapori
trasparentpiumenotrasparentSport e tempo libero
trasparentpiumenotrasparentChe si fa questa sera?
trasparentpiumenotrasparentServizi
trasparentpiumenotrasparentCalendario
trasparentpiumenotrasparentOspitalita


Area riservata
Email:
 Password:
 Home Montagne di sapori La farina Crescentine
trasparent
freccia
 Crescentine
Sezioni

Crescentina, ambasciatrice della montagna
La crescentina è il piatto della montagna modenese per eccellenza. Un cibo ambasciatore del territorio, un po' come la piadina per la Romagna.
La crescentina è un antico pane montanaro, a forma circolare, ottenuto da un sapiente impasto di farina, acqua e sale (volendo si può aggiungere anche latte, lievito e uova). Si mangia farcito con qualsiasi tipo di salume (da non perdere comunque pancetta e coppa di testa) e di formaggio (da preferire quelli di mucca teneri comunque). Inoltre la Crescentina non disdegna affatto sughi alla cacciatora e, addirittura, come dessert, la nutella.
Ma la vera "morte" della crescentina è il "pesto". Si tratta di un impasto cremoso ottenuto con lardo, un po' di pancetta, aglio e rosmarino. Il pesto si spalma sulla Crescentina ancora calda e poi si ricopre con Parmigiano. Le crescentine, fino ad un passato non troppo lontano, venivano cotte nei camini all'interno delle tigelle, formelle di terra refrattaria. La crescentina, avvolta da due foglie di castagno, veniva schiacciata fra due tigelle e, lentamente, coceva. Oggi i termini Crescentina e tigella sono talvolta (impropriamente!!) usati come sinonimi. Nel bolognese invece, con la parola Crescentina si intende spesso l'impasto fritto nello strutto, che nel modenese si chiama invece gnocco fritto.

La ricetta
Le crescentine sono proposte praticamente da tutti i bar e ristoranti della zona. Comunque, per chi volesse cimentarsi nella produzione domestica, questa è la ricetta. Occorre però avere in casa le piastre (elettriche o manuali) per la cottura.

Ingredienti per 4 persone:
500 gr di farina;
50 gr di lievito di birra;
50 gr di lardo;
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva;
1 spicchio d'aglio;
1 rametto di rosmarino;
1/2 bicchiere di latte.

Impastare gli ingredienti e creare dischetti alti circa 1/2 cm, per circa 10 cm di diametro. Questi vanno messi a cuocere sulle piastre già molto calde.

trasparent
------------------------------------------------------------------------------------------------------------
angoloBS
Home | WAI | Credits
angoloBD